Cerchiamo startup, freelance e appassionati per guardare al futuro e ridefinire il rapporto tra musei e visitatori

27 e 28 maggio 2017
Talent Garden - Via Giacosa 38 - Torino

Powered by
Fondazione Torino Musei
 
Compagnia di San Paolo
Razzo Valigia Idea
A chi si rivolge

Startup, freelance, sviluppatori di software

Un invito a “hackerare” la cultura

I musei civici di Torino si mettono alla prova con un hackathon culturale per ridisegnare strategie, metodi e trovare nuove idee per la gestione della relazione con i pubblici, migliorare l’offerta e rispondere ai loro bisogni.

Il mondo dei musei incontra quello della new economy per immaginare un progetto innovativo, scalabile e replicabile per tutto il mondo della cultura.

PARTECIPA
Gam Palazzo Madama Mao Borgo Medioevale
RICONOSCIMENTI

5mila euro
al miglior progetto.

Una giuria di esperti riconoscerà ai tre migliori prototipi prodotti nel corso di Museum Hack: 5.000 euro al primo progetto classificato, 2.000 euro al secondo classificato e 1.000 euro al terzo classificato.

La Fondazione Torino Musei valuterà la sostenibilità e la scalabilità delle soluzioni proposte e verificherà la possibilità di proseguire lo sviluppo dei prototipi con i team vincitori.

Progettazione

Come funziona

Hacking
HACKING

Il progetto mira a coinvolgere community di innovatori per realizzare un nuovo modello di gestione dei dati e di sviluppo di progetti che abbiano al centro la personalizzazione dell’esperienza-museo, online e insite, attraverso un paradigma di CRM e customer experience adattabile ai bisogni dei quattro musei torinesi e dei loro visitatori.

REGOLAMENTO
Penna
ISCRIZIONE

Focalizzandosi su un aspetto chiave per l’innovazione culturale in ambito museale, la soluzione sviluppata attraverso Museum Hack ambisce a divenire un vero e proprio prodotto replicabile, scalabile e sostenibile in un contesto di partnership fra Fondazione Torino Musei e startup culturali.

Per iscriverti a Museum Hack, compila il form

PARTECIPA
Vincitore
RICONOSCIMENTI

Una giuria di esperti riconoscerà ai tre migliori prototipi prodotti nel corso di Museum Hack: 5.000 euro al primo progetto classificato, 2.000 euro al secondo classificato e 1.000 euro al terzo classificato. La Fondazione Torino Musei valuterà la sostenibilità e la scalabilità delle soluzioni proposte e verificherà la possibilità di proseguire lo sviluppo dei prototipi con i team vincitori.

Programma

27 Maggio

Ore 9:30

Presentazione dei contenuti, della sfida e degli strumenti messi a disposizione dei partecipanti. Descrizione dello svolgimento dell’hackathon.


Ore 10:30

Pitch delle idee e creazione dei team.


Ore 11:30

Consegna degli strumenti a disposizione dei partecipanti e inizio dei lavori.


Ore 13:00

Light lunch.


Ore 13:30

I team iniziano a sviluppare la propria idea prototipale.


Ore 20:00

Light dinner.


Ore 20:30

L’hackathon prosegue senza interruzione durante la notte.

28 Maggio

Ore 9:00

Light breakfast.


Ore 9:30

I team finalizzano i propri prototipi.


Ore 12:00

Light lunch.


Ore 14:00

Stop dei lavori. Inizio pitch di presentazione dei prototipi realizzati.
Riunione della giuria. Premiazione dei team vincitori e consegna dei riconoscimenti.


Ore 17:30

Chiusura dell’hackathon.


I Mentor

Aliprandi
Damiano Aliprandi

Si occupa da diversi anni di progettazione e sviluppo di imprese culturali. Come operatore è uno dei responsabili dell’associazione YLDA, soggetto che organizza l’evento Paratissima. Parallelamente, svolge attività di ricerca e consulenza a organizzazioni e imprese culturali in tutta Italia con Fondazione Fitzcarraldo, di cui coordina l’Area Ricerca e Consulenza.

Benussi
Lorenzo Benussi

Da più di dieci anni si occupa di tecnologie digitali, di economia e management dell’innovazione e di modelli aperti di innovazione. I suoi interessi professionali e di ricerca si rivolgono all’evoluzione dei sistemi tecnologici, economici e sociali prodotta della diffusione delle tecnologie e delle reti digitali.

Boaretto
Monica Boaretto

Lavora in Fondazione Torino Musei dal 2005 dove ha seguito lo sviluppo dell’attuale indirizzario e delle spedizioni cartacee tramite i prodotti di Poste Italiane per il Direct marketing e del servizio di mailing digitale sviluppato in seguito. Ricopre inoltre il ruolo di segreteria organizzativa e degli organi direttivi.

Bosso
Andrea Bosso

Direttore Strategia e Consulenza - Domino. Socio fondatore e presidente. Nato a Torino il 6 agosto 1970, si laurea in Economia e Commercio presso l’Università di Torino. Durante gli anni dell’università svolge attività di consulente informatico, insegnante e partecipa a gruppi di studio intrauniversitari sul marketing, da cui poi nascerà Domino. Nel 1995 si trasferisce a Londra ed è controller in Hamsom Group plc, società di Londra nel settore dei trasporti. Nel 1996 fonda con tre soci Domino, una interaction agency, dove coordina la parte strategica e creativa. Dalla sua nascita ad oggi Domino è passata da 3 a 70 persone, acquisendo importanti clienti quali FIAT, Fondazione Torino Musei, La Biennale di Venezia, Martini, Nike, Bacardi, Juventus, New Holland, Alfa Romeo, Iveco, Abarth, Costa Crociere. Svolge docenze in alcuni master presso importanti istituti di formazione.

Carbotti
Silvia Carbotti

Ha conseguito un Ph.D in Tecnologie dell’istruzione e dell’apprendimento e tiene laboratori sul mondo delle app come docente a contratto presso il Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria dell'Università degli Studi di Torino. Lavora presso l’Ufficio attività editoriali e web del Teatro Stabile di Torino con compiti di web designer, developer e social media manager oltre a seguire i progetti digitali e cross mediali che la Fondazione intraprende nel corso delle proprie stagioni teatrali. È l’ideatrice di navediclo.it, un portale per bambini vincitore del World Summit Award, riconoscimento delle Nazioni Unite, e del Premio Adiconsum e Save the Children come migliori contenuti digitali per l’infanzia. Disegna e sviluppa app e tra le sue pubblicazioni troviamo "Per imparare c'è un'app" (Aracne editore).

Niederhaursen
Giovanni De Niederhaursen

Responsabile per progetti di innovazione tecnologica e culturale all’interno del Family Office Mais, società di gestione patrimoniale attiva in ambito profit e non-profit, Giovanni de Niederhausern è stato Direttore operativo dello studio di architettura Carlo Ratti Associati di Torino dal 2009 al 2016, indagando il ruolo del design nei processi di trasformazione digitale. All’attività professionale Giovanni associa collaborazioni e docenze presso università ed enti culturali, quali il Politecnico di Torino e L.UN.A, Libera Università delle Arti di Bologna.

Filippini
Alberto Filippini

Professionista del web e della comunicazione, inizia la sua esperienza come grafico e sviluppatore in un'agenzia di marketing. Dopo pochi anni diventa freelance, iniziando a sperimentare nuove soluzioni e specializzzandosi nell'innovazione tecnologica.
Attualmente è CTO di Heritage Srl, azienda specialializzata nella fruizione e valorizzazione innovativa dei beni culturali; è co-founder di Viz&Chips e ThePressMatch.

Trucco
Carolina Trucco

Nasce a Buenos Aires il 12 febbraio 1960. Nel 1998 entra in GAM, Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea e collabora con l’ufficio mostre alla creazione della prima banca dati e alla gestione dei contatti per le attività di comunicazione e promozione delle mostre e degli eventi. Dal 2002, con la nascita della Fondazione Torino Musei che riunisce la GAM, Palazzo Madama, il Museo d’Arte Orientale e il Borgo Medievale, unisce all’attività di mailing per i quattro musei l’incarico di segreteria degli Organi della Fondazione. Dal 2016 è responsabile della segreteria della GAM con incarico di assistenza alla Direzione.

Tuttobene
Giuseppe Tuttobene

Laureato in System-design al Politecnico di Torino, nel 2012 fonda quattrolinee, agenzia di comunicazione specializzata in brand identity e strategie di comunicazione digitale. Socio di PLUG, la realtà dietro progetti come fabene.org e posterheroes.org, nel 2015 fonda Print Club Torino, laboratorio di stampa e sperimentazione grafica che unisce tecniche innovative e tradizionali. Dal 2016 è co-organizzatore di Torino Graphic Days, festival internazionale dedicato al visual design.

Vaccaneo
Pierluigi Vaccaneo

Laureato in Lettere Moderne all’Università di Pavia, nel 2005 ha fondato IVM Multimedia e da quindici anni si occupa di nuovi media e divulgazione culturale. Dal 2010 è Direttore della Fondazione Cesare Pavese. Co-ideatore del metodo TwLetteratura per il social reading, nato nel 2012, è oggi CEO di Betwyll Srl, una startup che offre servizi di audience engagement, lifelong learning, empathy and community building attraverso strumenti di lettura digitale in ambito universitario e corporate.

Powered by

Un progetto dell'Associazione Giardino dei Talenti e della Fondazione Torino Musei, in collaborazione con la Compagnia di San Paolo e con il contributo della Camera di commercio di Torino, sviluppato da Talent Garden.

Talent Garden
Fondazione Torino Musei
Compagnia di San Paolo
Camera di Commercio di Torino
Museum Hack
Talent Garden S.p.A.

Via Merano 16 - 20127 Milano (MI)
P.IVA/VAT IT03340710981
T. +39 02 86894082

PER INFORMAZIONI

museumhack@torino.talentgarden.it

Copyright © 2017. All Rights Reserved